Veduta del lago di Valletta

ITINERARIO 023


Giro al lago Valletta in val di Rabbi



LAGO VALLETTA 2348 m.

46°27'8.94"N - 10°45'41.23"E

Catasto N° 174


Localizzazione    : Val di Rabbi - Gruppo Ortles - Sottogruppo Cevedale

Bacino idrografico : Torrente Rabbies - Torrente Noce



Lunghezza          : 100 m.


Larghezza          : 30 m.


Profondità         : ?



Natura Geologica   : Filladi quarzifere

Origine            : Circo 


Meteo Rifugio Dorigoni


www.meteotrentino.it

Itinerario




Nome                :   Lago Valletta

Quota altimetrica   :   Bassa 1296 m. - Alta 2397 m.

Lunghezza           :   20 km.

Dislivello          :   Salita 1160 m. - Discesa 1110 m.

Partenza e arrivo   :   Parcheggio località Coler

Sentieri            :   106 - 128

Difficoltà          :   EE – escursionisti esperti

Tempo in movimento  :   5.32 h

Tempo totale        :   9.18 h

Periodo             :   17/05/2015



App usata su smartphone per registrare i dati è www.komoot.de


MAPPE

Mappa Stradale
Intinerario lago Valletta
Intinerario lago di Valletta
Foto satellitare del lago Valletta
Lago Valletta vista dal satellite
Mappa topografica  lago Valletta


COME ARRIVARE


Da Trento 66 km



Da Trento si parte in direzione  nord per la Val di Non e poi per la val di Sole, giunti a Malè si svolta a destra per la Val di Rabbi su strada asfaltata fino ad arrivare alle località  S. Bernardo di Rabbi, poi si continua fino alla località Piazzola di Rabbi, poi fino alla località  Somrabbi e poi di continua fino ad arrivare la parcheggio  Coler, dove c'è una bella ara di pic nic e divertimento per i bambini, qui parcheggiamo la nostra auto .


FOTO



Veduta della valle di Rabbi
Cascate del Saent
Veduta del Pra del Saent
Veduta del lago Valletta
Veduta del lago Valletta
Veduta del lago verso le cime di Saent-Rabbi
Veduta del lago verso la valle di Rabbi

SLIDE

Descrizione


Lasciato dunque  il parcheggio, si prosegue lungo il torrente alla nostra destra lungo la valle   e arriviamo ad un bivio dove  prendiamo  il sentiero per le Cascate di Saent. Questo itinerario passa tra ponti, boschi e schizzi d’acqua tra le famose cascate Altrimenti si prosegue, tenendosi sulla sinistra, fino alla Malga Stablet da dove parte il sentiero vero e proprio numero 106. Attraversato il Prà di Saent con la sua caratteristica Malga, si prosegue fino Malga Vecla dove il sentiero prende il nome di "Sentiero degli Alpinisti". Qui inizia il tratto più ripido ed esposto che richiede solo un po' di attenzione appena prima della Palina (m 2100). Costeggiando il versante sinistro (dx orografica) del Torrente Rabbies sino a raggiungere il bivio che indica il rifugio Dorigoni, noi prendiamo a sinistra  il sentiero 128 che torna indietro per la valle e poco dopo ci dirigiamo a sinistra seguendo delle tracce che ci porteranno al bellissimo lago di Valletta 2348 m.

Se si vuole si può andare al rifugio Dorigoni per  sostare  e riposarsi e poi si ritorna indietro per fino al dos de la Cros e da qui scendiamo in alternativa per il sentiero 106 fino alla Malga Stablasol e poi conrinuiamo fino alla nostra macchina al parcheggio.


DETTAGLI



Mappa dettagliata e zoom dinamico  https://www.komoot.de/tour/4985277


Altimetria

Clicca per ingrandire

VIDEO

FILE GPX

Per scaricare il file gpx del lago di Valletta cliccare su scarica

VIDEO 3D                                      MAPPA 3D

Clicca per vedere rotazioe in 3D
Lago Valletta 3D


Punti di appoggio


Lungo il nostro intinerario troviamo prima delle cascate del Saent la Malga Stablasolo dove ci si può ristorare con piatti tipici della valle, più avanti possiamo trovare vicino al lago un pò più avanti il rifugio Saènt o Dorigoni, dove qui dopo una lunga camminata si può mangiare e pernottare.



Rifugio Saènt - Dorigoni



Malga Stablasolo


Difficoltà


Il Percorso non presenta difficoltà particolari, solo la lunghezza del percorso e un tratto ripido ed esposto che richiede solo un po' di attenzione, quindi bisogna essere allenati e ben preparati fisicamente.

Attrezzatura


Scarponi,zaino, borraccia,giacca antipioggia, occhiali da sole, piccola dispensa alimentare e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, in montagna il tempo può cambiare all'improvviso.

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.

Questo  sito  utilizza  cookie  tecnici  finalizzati   esclusivamente  a   garantire il    corretto funzionamento del sito e a  facilitare  la navigazione  e l'utilizzo delle sue varie  funzionalità, inclusi cookie  di statistica per raccogliere informazioni in forma    aggregata  e   anonimizzata.

Accetta