Veduta del lago Mandrone

ITINERARIO 035

 

Giro dei Laghi al Mandrone (Dormito al rifugio)

 

 

LAGO NUOVO (al Mandrone) 2202 m.

46°11'39.20"N - 10°34'19.62"E

Catasto N° 032

 

Localizzazione : Val di Genova - Rifugio Mandrone - Gruppo Adamello

Bacino idrografico : Anonimo - Sarca di Genova - Torrente Sarca

 

 

Lunghezza : 525 m.

 

 

Larghezza : 220 m.

 

 

Profondità : 3.4 m.

 

 

Natura Geologica : Tonalite

Origine : Esarazione glaciale

 

 

 

 

POZZE DEL MANDRONE 2400 m.

46°12'02.85"N - 10°34'03.96"E

Catasto N° 033

 

Localizzazione : Val di Genova - Rifugio Mandrone - Gruppo Adamello

Bacino idrografico : Anonimo - Sarca di Genova - Torrente Sarca

 

Lunghezza : 78 m.(1°)-83 m.(2°)-80 m.(3°)-100 m.(4°)-80 m.(5°)

Larghezza : 41 m.(1°)-51 m.(2°)-36 m.(3°)-22 m.(4°)-38 m.(5°)

Profondità : 1.2 m.(1°)-2.1 m.(2°)- 1 m.(3°)-1.5 m.(4°)-2 m.(5°)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Natura Geologica : Tonalite

Origine : Glaciali in territorio montonato

 

 

 

LAGO MANDRONE 2399 m.

46°12'02.50"N - 10°33'53.26"E

Catasto N° 034

 

Localizzazione : Val di Genova - Rifugio Mandrone - Gruppo Adamello

Bacino idrografico : Anonimo - Sarca di Genova - Torrente Sarca

 

 

Lunghezza : 290 m.

 

 

Larghezza : 150 m.

 

 

Profondità : 7.3 m.

 

 

Natura Geologica : Tonalite

Origine : Esarazione glaciale

 

 

 

LAGO ROTONDO 2522 m.

46°12'10.93"N - 10°33'41.09"E

Catasto N° 035

 

Localizzazione : Val di Genova - Rifugio Mandrone - Gruppo Adamello

Bacino idrografico : Anonimo - Sarca di Genova - Torrente Sarca

 

 

Lunghezza : 140 m.

 

Larghezza : 115 m.

 

Profondità : 17 m.

 

 

Natura Geologica : Tonalite

Origine : Esarazione glaciale

 

 

 

LAGO GHIACCIATO 2571 m.

46°12'05.89"N - 10°33'23.91"E

Catasto N° 036

 

Localizzazione : Val di Genova - Rifugio Mandrone - Gruppo Adamello

Bacino idrografico : Anonimo - Sarca di Genova - Torrente Sarca

 

 

Lunghezza : 100 m.

 

Larghezza : 88 m.

 

Profondità : 9 m.

 

 

Natura Geologica : Tonalite

Origine : Esarazione glaciale

 

Itinerario

 

 

Nome : Pozze del Mandrone - Lago Mandrone - L. Rotondo - L. Ghiacciato

Quota Altimetrica : Bassa 1570 m. - Alta 2570 m.

Lunghezza : 13.7 km.

Dislivello : Salita 1090 m. - Discesa 1090 m.

Partenza e arrivo : Parcheggio prima del Rifugio Bedole

Sentieri : 212

Difficoltà : EE

Tempo in movimento : 4.34 h

Tempo totale : Intera giornata

Periodo : 23/08/2017

 

 

App usata su smartphone per registrare i dati è www.komoot.de

MAPPE

Mappa Stradale
Intinerario lago Mandrone
Lago Mandrone dal satellite
Mappa topografica lago Mandrone

COME ARRIVARE

 

Da Trento imbocchiamo la SS45bis passando per il Bus de Vela fino in località Sarche dove svolteremo a destra passando numerose gallerie per poi arrivare a Tione di Trento. Svoltando nuovamente a destra nel paese, entreremo in val Rendena. Oltrepassato il centro di Pinzolo raggiungiamo Carisolo dove seguiremo le indicazioni a sinistra per la Val di Genova che percorreremo fino in fondo (malga Sadole) dove troviamo il parcheggio. All'inizio della val di Genova bisogna pagare un pedaggio in base a dove si vuole andare, chiedere informazioni per il costo.

 

FOTO

Veduta dalla val di Genoa verso il Manfrone
Ruderi della guerra
Cimitero della Guerra
Lago Nuovo sotto la Lobbia
Lago Mandrone e laghetti
Lago Mandrone
Veduta delle Pozze del Mandrone
Veduta del lago Ghiacciato al Mandrone

Foto Agosto 2017

Veduta della Lobbia Bassa
Veduta del rifugio Mandrone
Veduta del lago e delle Pozze del Mandrone
Veduta del lago Rotondo del Mandrone

Foto giugno 2015

Veduta del lago del Mandrone con le Lobbie
Veduta del lago Rotondo
Veduta del lago Ghiacciato

 

Descrizione

 

Partiamo da Malga Bedole si trova a circa 1540 m sopra il livello del mare, a soli 10 minuti dal Rifugio Bedole (1641 m) dove inizia il sentiero 212 che risale il crinale nel bosco attraversando il Rio Ronchino più volte grazie a degli scenici ponticelli in legno. La salita non è dolce, ma non è neppure così pendente da togliere il fiato. Durante la prima parte del tragitto ci si trova immersi nel folto del bosco e i panorami non sono memorabili. Giunti a circa 2100 m si esce finalmente dal bosco e, dirigendosi ad ovest, la vista può spaziare sulla Vedretta della Lobbia che fa parte dell'immenso ghiacciaio dell'Adamello, uno spettacolo naturale impedibile. Il sentiero continua a salire con pendenze meno rigide e a tratti con corde di sicurezza. Mi raccomando: guardatevi attorno con attenzione perché la zona è frequentata da stambecchi e camosci e potreste essere fortunati ,proprio come noi, nell'avvistare uno di questi favolosi animali saltellare, senza alcuno sforzo, da uno sperone roccioso ad un altro. La marcia prosegue sempre più semplice finché non si raggiunge la deviazione per un piccolo cimitero militare della prima guerra mondiale e, continuando a percorrere il sentiero principale si giunge in breve tempo ad una panoramica chiesetta e poco dopo al Rifugio Mandron Città di Trento a 2449 m di quota. Dal rifugio il lago si trova a dieci minuti e sotto il rifugio troviamo delle meravigliose pozze di acqua cristallina. Dal rifugio prendiamo il sentiero 209 che porta al lago Scuro e poco dopo giriamo a destra e seguiamo i segnali bianchi che ci porteranno ai laghi Rotondo e Ghiacciato, noi poi siamo scesi giù per un pendio sassoso e erboso e abbiamo raggiunto il sentiero 236 che in poco tempo ci a riportati al rifugio Mandrone. Per il ritorno si prende il sentiero 212 a ritroso fino ad arrivare alla nostra auto.

 

 

DETTAGLI

 

 

Mappa dettagliata e zoom dinamico https://www.komoot.de/tour/5556774

 

 

 

 

Altimetria Mappa 3D

Altimetria
Lago Mandrone  Rotondo e Ghiacciato 3D

VIDEO FILE GPX

 

VIDEO 3D

 

Clicca per vedere rotazioe in 3D

Per scaricare il file gpx dei laghi di Mandrone cliccare su scarica

 

Punti di appoggio

 

Lungo il nostro intinerario alla partenza nel fondo valle troviamo i rifugio Adamello Collini al Bedole e su più in alto troviamo il rifugio Citta di Trento al Mandrone dove possiamo mangiare e dormire la notte.

 

 

Rifugio Bedole

 

Rifugio al Mandrone

 

 

Difficoltà

 

Il Percorso non presenta difficoltà particolari, un fisico ben allenato per superare i 800 m. didislivello, il sentiero a un passaggio con cordino metallico ma non neccessità di allacciarsi fare attenzione durante il passaggio.

 

Attrezzatura

 

Scarponi,zaino, borraccia,giacca antipioggia, occhiali da sole, piccola dispensa alimentare e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, in montagna il tempo può cambiare all'improvviso.

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.