Veduta del lago di Cavedine

INTINERARIO 083

 

Giro al lago di Costa Brunella da malga Sorgazza

 

 

LAGO DI COSTA BRUNELLA 2021 m.

46°07'55.13"N - 11°34'50.72"E

Catasto N° 284

 

 

Localizzazione : Malga Sorgazza - Plesso di Cima d'Asta - Massiccio centrale

Bacino Idrografico : Anonimo - Torrente Grigno - Brenta

 

 

Lunghezza : 500 m.

 

Larghezza : 300 m.

 

Profondità : 60.6 m.

 

 

Natura Geologica : Granito

Origine : Circo

 

 

 

Meteo Cima d'Asta

 

www.meteotrentino.it

 

Itinerario :

 

 

Nome : Lago di Costa Brunella

Quota Altimetrica : Bassa 1437 m. - Alta 2167 m.

Lunghezza : 8.5 km

Dislivello : Salita 720 m. - Discesa 700 m.

Partenza e arrivo : Parcheggio sotto Malga Sorgazza

Sentieri : 328

Difficoltà : E

Tempo in movimento : 2.57 h

Tempo totale : 6.16 h

Periodo : 08/12/2016

 

 

App usata su smartphone per registrare i dati è www.komoot.de

MAPPE

Mappa stradale lago di Costa Brunella
Intinerario lago di Costa Brunella
Lago di Costa Brunella topografica
Lago di Costa Brunella satellite

COME ARRIVARE

 

 

Da Trento si prende la strada statale 47 della Valsugana che ci porta a Borgo Valsugana, passate le gallerie poco dopo usciamo a destra e seguiamo le indicazioni per il Tesino, continuiamo passando per Scurelle Bieno ed arrivati a Pieve Tesino dobbiamo svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per la val Malene e Cima d'Asta continuiamo fino ad arrivare ad una biforcazione e noi teniamo la sinistra seguendo le indicazioni Malga Sorgazza e cima d'Asta, dopo un paio di tornanti lungo la strada stretta asfaltata arriviamo al grande parcheggio sotto la malga Sorgazza qui la strada finisce trovando il divieto, parcheggiamo e da qui inizia il nostro intinerario.

 

FOTO

Veduta di Cima d'Asta
Sentiero che porta alla diga
Veduta del lago e delle Pale di Segura
Veduta verso il Tolva Orena e Cavallara
Veduta del lago dall'alto
Grandi massi sulla sponda del lago
Veduta del lago con la diga

 

Descrizione

 

Dopo aver parcheggiato prima della malga presso uno spiazzo si nota a sinistra l'inizio del sentiero 328. Si comincia a salire ripidamente nel bosco a zig e zag su una sassosa mulattiera che prende quota a tornanti passando più volte sotto i cavi della funicolare di servizio che sale alla diga; dopo un buon tratto il bosco si dirada e tra gli alberi possiamo vedere alcuni interessanti scorci verso Cima d'Asta; arrivati a quota 1780 m. si incontra il bivio con il sentiero 367 proveniente dal fondo della Val Malene e si prosegue sulla destra sempre sul 328 arrivando in breve al panoramico ripiano erboso dove si trovano i pochi resti della Malga Val del Lago (1826 m).

Il sentiero compie ora un'ampia curva sui pascoli sovrastanti la casera e dopo un breve tratto sassoso arriva ai piedi della diga che forma il Lago di Costa Brunella; con un altro ripido tratto si risale il pendio a lato della diga e se ne raggiunge il coronamento nei pressi delle case di servizio dell'Enel 2033 m. il luogo èmellissimo, con le imponenti Cima Trento e Cima Brunella che si specchiano nella scure acque del Lago, mentre dietro di noi troneggia la Cima d'Asta. Per ammirare il lago anche dall'alto si consiglia di proseguire verso Forcella Quarazza; si continua sempre sul sentiero 382 che si stacca quasi subito dal lago e prende quota su un pendio roccioso , noi siamo saliti fino a quota 2167m. e da qui abbiamo ammirato uil lago , per il ritorno si scende giù sempre per il sentiero 328 fino alla malga Sorgazza e poi al parcheggio dove troviamo la nostra macchina.

 

DETTAGLI

 

 

 

Mappa dettagliata e zoom dinamico https://www.komoot.de/tour/13644979

 

 

Altimetria Mappa 3D

Altimetria lago di Costa Brunella
Lago di Costa Brunella 3D

VIDEO FILE GPX

Per scaricare il file gpx del Lago di Costa Brunella cliccare su scarica

Punti di appoggio

 

Lungo il nostro intinerario non ci sono punti di appoggio abbiamo solo all'inizio del nostro giro la malga Sorgazza dove dopo aver trascorso una giornata in alta quota possiamo assaporare la cucina tipica del Trentino in tutto relax.

 

 

Malga Sorgazza

 

 

 

Difficoltà

 

Il Percorso non è impegnativo e la lunghezza non è eccessiva ma la pendenza subito ripida comporta un buon allenamento fisico, fare attenzione in certi punti dove il sentiero è ripido e scivoloso per la presenza di sassi e ghiaia.

Attrezzatura

 

Scarponi,zaino, bastoni da trekking, borraccia,giacca antipioggia, copricapo per il sole, occhiali da sole, piccola dispensa alimentare e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, il tempo può cambiare all'improvviso.

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.