Veduta del lago Santo di Lamar

INTINERARIO 071

 

Giro al lago di Covel vicino sopra Pejo

 

 

LAGO COVEL 1839 m.

46°22'10.71"N - 10°39'00.62"E

Catasto N° 134

 

 

Localizzazione : Pejo - Gruppo dell'Ortles Cevedale

Bacino idrografico : Rio di Vioz - Torrente Noce

 

 

Lunghezza : 40 m.

 

Larghezza : 30 m.

 

Profondità : ?

 

 

Natura Geologica : Micasciti, detrito

Origine : Glaciale s.l.

 

 

 

 

Itinerario :

 

 

Nome : Lago Covel

Quota Altimetrica : Bassa 1478 m. - Alta 1865 m.

Lunghezza : 12 km

Dislivello : Salita 410 m. - Discesa 430 m.

Partenza e arrivo : Parcheggio sotto la malga Frattasecca

Sentieri : 124 - 125 - 127

Difficoltà : E

Tempo in movimento : 2.40 h

Tempo totale : 4.56 h

Periodo : 23/10/2016

 

 

App usata su smartphone per registrare i dati è www.komoot.de

MAPPE

Mappa Stradale lago Covel
Intinerario lago Covel
Mappa topografica lago Covel
Lago Covel Sat

COME ARRIVARE

 

Da Trento si prende la strada provinciale 235 per mezzolombardo e usciti dalla lunga galleria imbocchiamo la val di Non e la percorriamo tutta fino ad arrivare al ponte di Mostizzolo e da qui giriamo a sinistra per la valle di Sole dove dobbiamo percorrerla fino all'abitato di Cusiano dove subito dopo giriamo a destra per la val di Pejo e arriviamo a Pejo Fonti dove appena passato l'abitato sul tornante giriamo a sinistra e poco dopo arriviamo all'indicazione per Malga Frattasecca qui giriamo a destra e arriviamo al parcheggio dove noi lasciamo la nostra auto, qui inizia il nostro intinerario.

 

FOTO

Veduta verso la val del Monte
Veduta della Malga Covel
Lago Covel 1839 m.
Lago Covel
Colori autunnali del lago Covel
Cascata di Covel
Veduta del lago Covel

 

Descrizione

 

Dal parcheggio sotto la Malga Frattasecca partiamo seguendo il sentiero 124 e subito dopo raggiungiamo la malga continuiamo per la strada sterrata nel bosco e dopo alcuni tornanti arriviamo a un bivio dove noi dobbiamo prendere il sentiero 125 che dopo 10 minuti ci porta alla cascata Cadini un bel spettacolo da vedere, continuiamo sempre nel bosco e poi sciendiamo giù nella valle Taviela per poi attraversare il rio Taviela e poi risaliamo su fino ad arrivare ad una piana chiamata Covel prendiamo la strada sterrata che ci porta alla malga Covel da qui si segue il sentiero che ci porta subito al lago Covel un bel specchio d'acqua cristallina dove si rispecchiano le cime in lontananza, continuiamo per il sentiero e subito dopo arriviamo ad un'altra bella cascata quella di Covel continuiamo ancora e passiamo una parete rocciosa dove si può fare arrampicata libera , continuiamo e passiamo un capitello con una croce e subito dopo arriviamo ad un incrocio di strade sterrate e noi prendiamo quella per Pejo. Arrivati all'inizio del paese dove troviamo la chiesetta di San Rocco dove all'interno c'è un cimitero Austroungarico della prima guerra mondiale da visitare e meditare, scendiamo e entriamo al paese e arrivati alla chiesa continuiamo prendendo una stradina asfaltata in direzione ovest arrivando alla baita 3 Larici dove possiamo ristorarci, continuiamo e raggiunta la strada principale dopo 10 minuti arriviamo al parcheggio dove troviamo la nostra auto.

DETTAGLI

 

 

 

Mappa dettagliata e zoom dinamico https://www.komoot.de/tour/13194102

 

 

Altimetria Mappa 3D

Altimetria lago di Nembia e Molveno
Lago Covel 3D

VIDEO FILE GPX

Per scaricare il file gpx del lago di Covel cliccare su scarica

Punti di appoggio

 

Lungo il nostro intinerario abbiamo varie possibilità di punti di appoggio per sostare e riposarci e mangiare, all'inizio abbiamo la malga Frattasecca e poi la malga Covel dove qui vendono il formaggio del posto, qui c'è una bella are da picnic e poi verso la fine del nostro intinerari troviamo la Baita Tre Larici bel posto dove poter gustare piatti tipici del Trentino. ( C'è anche il paese di Pejo che offre varie possibilità di ristorazione ).

 

Malga Frattasecca

 

Baita Tre Larici

 

 

Difficoltà

 

Il Percorso non è impegnativo ma bisogna essere allenati fisicamente per escursioni superiori ai 10 km, il primo tratto è in salita ma non impegnativa e poi abbastanza pianeggiante. Si può variare l'intinerario partendo dal parcheggio sopra Pejo e il tragitto si accorcia per arrivare al lago, adatto alle famiglie.

 

 

Attrezzatura

 

Scarponi,zaino, borraccia,giacca antipioggia, copricapo per il sole, occhiali da sole, piccola dispensa alimentare e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, il tempo può cambiare all'improvviso.

 

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.