Veduta del laghetto di Strino inf.

INTINERARIO 064


Giro ai laghetti di Strino dal Tonale



LAGHETTO DI STRINO INFERIORE 2592 m.

46°18'14.35"N - 10°36'21.42"E

Catasto N° 115



Localizzazione     : Passo del Tonale - Monte Redival - Gruppo Ortles Cevedale

Bacino idrografico : Rio val Strino - Torrente Vermigliana - Torrente Noce



Lunghezza          : 50 m.


Larghezza          : 40 m.


Profondità         2 m.



Natura Geologica   : Paragneiss

Origine            : Circo poco accennato in ripiano glaciale






LAGHETTO DI STRINO SUPERIORE 2601 m.

46°18'15.00"N - 10°36'36.69"E

Catasto N° 116



Localizzazione     : Passo del Tonale - Monte Redival - Gruppo Ortles Cevedale

Bacino idrografico : Rio val Strino - Torrente Vermigliana - Torrente Noce



Lunghezza          : 70 m.


Larghezza          : 40 m.


Profondità         : ?



Natura Geologica   : Paragneiss

Origine            : Circo



Meteo Vermiglio


www.meteotrentino.it


Itinerario :



Nome                :   Laghetti di Strino

Quota Altimetrica   :   Bassa 1967 m. - Alta 2619 m.

Lunghezza           :   17.4 km

Dislivello          :   Salita 670 m. - Discesa 670 m.

Partenza e arrivo   :   Parcheggio Ospizio san Bartolomeo - Passo Tonale

Sentieri            :   160 - 137

Difficoltà          :   EE - Per la lunghezza del tracciato

Tempo in movimento  :   4.17 h

Tempo totale        :   8.04 h

Periodo             :   16/08/2016



App usata su smartphone per registrare i dati è www.komoot.de

MAPPE

Mappa Stradale laghetti di Strino
Intinerario laghetti di Strino
Laghi di Strino sat
Laghetto di Strino inferiore dal satellite
Laghetto di Strino superiore dal satellite
Mappa topografica laghetti di Strino

COME ARRIVARE


Da  Trento si  prende la direzione nord per Mezzolombardo per poi  seguire le indicazioni per la val di Non e po passato l'abitato di Cles  continuare fino al bivio per la val di Sole (Ponte di Mostizzolo), imbocchiamo la val di Sole e la percorriamo  tutta fino ad arrivare al passo del Tonale dove prendiamo a destra la stradina per l'ospizio di san Bartolomeo 1971 m. dove qui parcheggiamo la nostra auto.

FOTO

Veduta del passo del Tonale
Veduta del ex forte Zacarana
Laghetto di Strino inferiore
Veduta dall'alto del laghetto di strino inf.
Veduta del laghetto di Strino sup.
Veduta della valle di Strino
Lago di Strino superiore

SLIDE


Descrizione


Dal parcheggio dell'Ospizio di san Bartolomeo seguiamo  la strada sterrata in direzione opposta del passo e la percorriamo fino dove troviamo l'indicazione per i laghetti di Strino e prendiamo il sentiero 160  che ci porterà al  ex forte Zacarana ora seguiamo sempre le indicazioni per i laghi e percorriamo un bel sentiero nel bosco  passando sopra la malga  Strino e poi arriviamo ad un bivio dove noi continuiamo  fino ad arrivare ad un'altro bivio e qui prendiamo il sentiero 137 che ci porterà ai laghi. Qui incominciamo a salire su per i prati affiancando il torrente e poi si arriva all'ultimo tratto che sale decisamente più ripido a zig zag e ci portiamo a quota 2500 qui continuiamo fino ad arrivare al bivio per i laghi se si continua si arriva alla forcella Strino, noi giriamo a destra e poco dopo arriviamo al primo laghetto  qui lo spettacolo è assicurato dalla veduta verso il gruppo della Presanella, se si continua si sale fino a 2601 m. e si raggiunge il secondo laghetto. Per il rientro noi abbiamo fatto il percorso a ritroso finoa ad arrivare alla nostra macchina.


DETTAGLI




Mappa dettagliata e zoom dinamico  https://www.komoot.de/tour/11474832



Altimetria         

Clicca per ingrandire

VIDEO                                         FILE GPX

Per scaricare il file gpx del laghetti di Strino cliccare su scarica

VIDEO 3D                                      MAPPA 3D

Clicca per ingrandire
Laghetti di Strino 3D

Punti di appoggio


Lungo il nostro itinerario possiamo trovare alla partenza l'hotel Mirandola dove poter mangiare e dormire un posto molto bello e rustico, l'ungo il nostro itinerario non troviamo nessun rifugio e nessuna malga.


Hotel la Mirandola



Difficoltà


Il Percorso non comporta alcuna difficoltà particolare , solo per la lunghezza del tracciato si raccomanda una buona preparazione fisica, i sentieri sono tracciati bene e buona è la segnaletica.

Attrezzatura


Scarponi,zaino, borraccia,giacca antipioggia, copricapo per il sole, occhiali da sole, piccola dispensa alimentare e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, il tempo può cambiare all'improvviso.


Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.